Prestiti

Tan su un prestito

La formula per calcolarlo

Il Tan su un prestito è decisamente più rappresentativo del tasso di interesse in termini di onere finanziario effettivo del ricorso al credito.

Che cos’è

Il Tan su un prestito è il tasso effettivo periodale degli interessi dovuti per il capitale ricevuto a titolo di finanziamento. Un Tan trimestrale del 2,5% corrisponde quindi a un valore annuo del 10% (2,5% moltiplicato per 4 trimestri), ma questo solo nominalmente perché, dal punto di vista finanziario, la misura reale del Tan deve tener conto anche della capitalizzazione.

Da cosa è composto

Per capire com’è composto il Tan di un prestito bisogna considerarlo come una primissima elaborazione del tasso d’interesse di riferimento (tasso BCE, per i prestiti personali; Euribor, per i mutui a tasso variabile; IRS, per i mutui a tasso fisso). Il Tan si ottiene aggiungendo allo specifico indicatore di riferimento lo spread applicato dal finanziatore.

Il Tan di un prestito ne rappresenta unicamente la componente di oneri finanziari ma non il costo complessivo.

Cosa non comprende

L’indicatore non tiene conto delle spese e delle commissioni dovute sull’operazione di finanziamento che, invece, sono conteggiate nel Taeg. Per calcolare il Tan del prestito bisogna tener conto della tipologia del piano di ammortamento dello stesso e della sua durata. A tal fine, c’è una specifica formula finanziaria che consente di effettuare un’attualizzazione al tempo T (ossia, nel momento in cui si esegue il conteggio) del peso degli interessi dovuti sulle singole rate per tutto il periodi di rimborso del capitale ricevuto in prestito. Per agevolare l’applicazione della formula, si può utilizzare un foglio di calcolo Excel.

Calcolo

Il Tan su un prestito con ammortamento a rate costanti posticipate (o “alla francese”) si calcola utilizzando la formula “Tir.Cost.” di Excel. Se, per esempio, si vuole conteggiare il Tan mensile di un finanziamento di 200mila euro da rimborsare in 120 rate mensili di 2mila euro l’una, si deve: scrivere l’importo del capitale (200.000) sulla prima cella di una colonna, preceduto dal segno negativo; inserire, col segno positivo, tutte le rate (quindi, 2.000 su 120 celle); posizionarsi a fianco e selezionare la formula “Tir.Cost.”. In quest’ultima vanno indicati due dati: alla stringa “Valori” si devono selezionare le colonne contenenti l’importo del prestito e tutte quelle delle rate, mentre su “Ipotesi” si indica il tasso iniziale d’interesse ipotizzato, che si deduce rapportando il valore di una rata mensile al totale finanziato (nel nostro esempio, 2.000/200.000=0,01). Ottenuto il Tan mensile, per convertirlo in un tasso annuale si applica quest’altra formula: 1/[(1+Tan mensile)^t] dove “t” rappresenta il n.ro delle rate di rimborso.

Tan su un prestito

Ricevi le offerte promozionali dai nostri partner













Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy

Altre guide finanziarie utili