Prestiti

Taeg di un prestito

Com'è composto e come si calcola

Il Taeg di un prestito ne rappresenta il costo effettivo. E’ un indicatore che si compone di diverse voci: vediamole nel dettaglio.

Di cosa si tratta

Il Taeg su un prestito ne configura il costo effettivo globale su base annua. A differenza del Tan e del tasso di interesse, il Taeg comprende il costo del denaro e quasi tutte le componenti passive che pesano su un finanziamento, in termini di oneri e commissioni creditizie.

Cosa comprende

– le spese di istruttoria e apertura della pratica di finanziamento;
– le commissioni di incasso e di gestione delle rate di rimborso;
le imposte di bollo su contratto, rendicontazioni periodiche e altre comunicazioni afferenti il prestito che la banca invia al cliente (tranne per quelle che avvengono unicamente via web);
– i premi delle assicurazioni obbligatorie per l’ottenimento del prestito;
– le imposte sostitutive sugli interessi attivi del c/c sul quale viene depositata la liquidità concessa in prestito.

Cosa non comprende

Il Taeg su un prestito non comprende le seguenti voci di costo:
– l’imposta di registro e i bolli necessari per la registrazione del contratto di finanziamento;
– gli interessi di mora e le spese legali connessi al tardivo o omesso pagamento di una rata;
– le assicurazioni non obbligatorie eventualmente accese sul prestito.
Il Taeg del prestito si può ottenere aggiungendo le sopraelencate spese che lo compongono (opportunamente percentualizzate) al Tan. Per tradurre in percentuale una voce di spesa espressa in euro, è sufficiente rapportarla al capitale richiesto in prestito. Per esempio, se si ha una voce di spesa fissa pari a 200 euro e un importo finanziato di 50mila euro, il peso effettivo del costo fisso sull’operazione di prestito si otterrà nel seguente modo: (200/50.000)*100=0,4%.

La derivazione finanziaria puntuale del Taeg di un prestito implica l’applicazione di una formula abbastanza complessa, che può però essere trasposta in un foglio Excel. Per non complicarsi troppo la vita, si può cercare online un’impostazione già pronta del foglio di Excel (ne esistono molte e tutte scaricabili gratuitamente), oppure ci si può avvalere di un calcolatore, reperibile sempre online, che può dare un’ottima approssimazione del Taeg semplicemente inserendo i dati principali del prestito (importo del capitale, importo e periodicità delle rate, durata dell’ammortamento, sommatoria delle spese fisse connesse alla pratica ed espresse sul contratto del finanziamento, nonché del premio dell’assicuraizone che si è obbligati a sottoscrivere per ottenere il prestito.) Intanto, per farsi un’idea di preventivo su un prestito, è possibile utilizzare al form qui a fianco.

Taeg di un prestito

Ricevi le offerte promozionali dai nostri partner













Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy

Altre guide finanziarie utili