Finanziamenti online

Prestiti personali on line

5 motivi che possono determinarne il rifiuto

Chiedere dei prestiti personali on line è un metodo veloce per ottenere della liquidità, ma questi finanziamenti possono essere rifiutati. Vediamo perché.

Come chiederli

Le richieste di prestiti personali on line hanno subito una notevole impennata per l’effetto congiunto della crisi di liquidità. Questa sta colpendo sempre più famiglie e in modo sempre più pesante. I prestiti personali on line si chiedono velocemente: non c’è bisogno di recarsi presso alcun ufficio né di utilizzare la posta ordinaria, perché tutti i documenti necessari per l’analisi della richiesta viaggiano via web. Tra l’altro, questi finanziamento possono garantire anche un costo basso in termini di commissioni e spese, posto che lavorando online anche le banche e le finanziarie riescono a ridurre i costi operativi. Però, anche i prestiti personali on line possono venire rifiutati, con conseguente segnalazione al Crif del richiedente.

Motivi di diniego

I motivi del diniego dei prestiti personali on line si possono ricondurre, essenzialmente, alla situazione economica e lavorativa del richiedente. Inoltre, al suo storico in quanto “pagatore” e agli altri impegni eventualmente già in essere. Nel valutare le domande di prestiti personali on line, il finanziatore calcola in primis la capacità di spesa dei richiedenti, in base alle entrate periodiche certe degli stessi al netto dei costi fissi nei quali vengono fatte rientrare anche rate di prestiti già in essere. Se tale capacità di spesa non è sufficiente a coprire un ulteriore impegno, dato dalla rata di rimborso di un nuovo prestito, o se è appena sufficiente ma la situazione lavorativa del richiedente è incerta, il finanziamento, in assenza di forti garanzie reali o personali, viene rifiutato.

I prestiti personali on line vengono negati anche per troppe segnalazioni ricevute al Crif in merito al richiedente. In questo caso è considerato un “cattivo pagatore”, ossia privo del rating creditizio necessario per ottenere un nuovo finanziamento. Altre cause di diniego del prestito sono: eventuali iscrizioni negli elenchi dei protestati cambiari; l’aver prestato garanzia a un terzo che risulta insolvente; l’aver presentato garanzia di firma data da un terzo che non è ritenuto affidabile dal punto di vista creditizio; la mancanza dei documenti e delle informazioni necessarie per la valutazione della richiesta di prestito. Per tutto quanto finora detto, prima di formalizzare una richiesta di finanziamento è utile farsi fare un preventivo, gratuito e non vincolante, come quello che si può ottenere compilando il form a fianco.

Prestiti personali on line

Richiedi un preventivo Gratis













Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy

Altre guide finanziarie utili